Mission e Vision Personali: Rivela il tuo sé autentico

Per comprendere la nostra Vision e la nostra Mission, possiamo attingere dalla fiaba “Le Scarpette Rosse” di Hans Christian Andersen. La storia narra di una bambina orfana che vive libera nei boschi, desiderando ardentemente un paio di scarpe rosse. Raccoglie pezzi di stoffa finché ne ha abbastanza per confezionarsi le scarpe tanto sognate. Finalmente felice, zompetta soddisfatta. Ma ecco una carrozza dorata (si sa, c’è sempre un trucco) con una signora anziana a bordo che si offre di adottarla. La bambina viene addomesticata, passando dalla libertà dei boschi a una vita convenzionale in una dimora. Gli abiti vecchi, comprese le amate scarpette rosse, bruciati e sostituiti da nuovi abiti e scarpe nere forse griffate… Riassumendo, la bambina ama le scarpe rosse e non può farne a meno. Grazie a uno stratagemma ottiene un paio di scarpe fatte dal calzolaio zoppo, ma la comunità la giudica male per la loro sfrontatezza. Assomiglia a un momento di “Chocolat”, solo questo pezzo, poi viene gettato un sortilegio sulle nuove scarpe e la povera bambina diventa loro schiava. Corre di qua e di là, danza senza sosta. Riesce a toglierle una volta, ma non può vivere senza le scarpette rosse. Viene maledetta e inizia una corsa sfrenata tra valli, boschi, monti, mari. Non può più toglierle. L’unica soluzione per ritrovare pace è drastica, ma a mali estremi… il boia deve tagliarle i piedi. La fiaba termina con la bambina messa male ma in pace, costretta a lavorare come una colf. Questa fiaba contiene molte lezioni per evitare di chiedere aiuto per togliere le scarpe o addirittura i piedi. Clarissa Pinkola Estes approfondisce il labirinto fiabesco nel libro “Donne che corrono coi lupi”. La Vision è la Visione, sia di un’impresa sia di una persona. Come ti vedi nel futuro? La Vision deve essere chiara, espressa, affermata: è la nostra stella polare, cosa vuoi essere? La Mission è il percorso per attuare la Vision. Cosa voglio? Come arrivarci? Nella fiaba, la bambina ha un’idea, le scarpette, e deve realizzarle assolutamente. Sono un simbolo della sua natura profonda: la bambina attinge alle sue forze psichiche per realizzare il suo desiderio. Il resto ci appare familiare: qualcuno tenta con una strada comoda, idee vecchie (la signora anziana), scarpe rosse diverse, un surrogato, giudizi collettivi di biasimo e maledizioni. Su questa strada si corre senza fermarsi e senza essere felici. A volte si resta intrappolati. La protagonista non è stata in grado di realizzare il proprio destino, scegliendo un surrogato, con una mezza tragedia finale. Il messaggio è chiaro: quali sono le nostre scarpe fatte a mano che ci danno gioia? Pittura, scultura, scrittura creativa, cucina, insegnamento… Qual è il nostro centro? Per queste scarpe dobbiamo impegnarci, altrimenti il resto è solo un’imitazione che rischia di farci perdere il punto d’appoggio sulla terra. Potrei discutere solo delle scarpe, infatti rivelano chi siamo e dove vogliamo andare. Nessuno vuole farsi tagliare i piedi dal boia, ma sono sicura che molti di noi hanno indossato scarpe velenose… Come dice un saggio Tibetano: “A volte le cose non sono come sembrano, ma non sono nemmeno qualcos’altro..

manuelametra
manuelametra

Ciao, sono Manuela! Sono una ceramista e artista italiana con una passione per le potenzialità espressive dell’argilla. Con l’amore per l’estetica Wabi Sabi e la bellezza dell’imperfezione, creo ceramiche su misura, dipinti e fotografia d’arte. Il mio studio, immerso nell’affascinante città di Milano, è una scatola magica dove la creatività corre selvaggia e la bellezza è abbondante. Se stai cercando di portare un tocco di magia nella vita di tutti i giorni o semplicemente stai cercando di esplorare il tuo lato creativo attraverso l’arte terapia io sono qui per ispirarti e incoraggiare il tuo viaggio. Porto l’arte nel mondo e celebro la bellezza in ogni momento. Questo blog è la mia Insalata Artistica, piena di creatività, bellezza, gioia di vivere, passione e strumenti per le menti creative.

Find me on: Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.